Fabbri Editori

Attilio e Luca Speciani
Prevenire e curare la depressione con il cibo
Fabbri Editori, giugno 2006 – € 15,00

Gli autori spiegano in modo semplice alcune realtà scientifiche come, per esempio, quali alimenti possono determinare modifiche della biochimica cerebrale e influire sull’umore; perché l’insulina è uno degli ormoni peggio trattati dall’alimentazione contemporanea (l’aumento del diabete lo testimonia) e perché tenendola in equilibrio con l’alimentazione quotidiana si possono controllare sintomi ansiosi e depressivi.

Inoltre guidano il lettore alla ripresa del movimento fisico, portandolo a capirne gli effetti anche solo iniziando a camminare. La gioia di vivere che deriva da una combinazione naturale di movimento, alimentazione e conoscenza trova nel libro la sua espressione pratica in una parte ricca di preziosi suggerimenti che possono fornire strumenti pratici per interferire personalmente con il proprio disagio psichico.

Cambiare l’orario dei pasti può cambiare il nostro stato d’animo, il nostro umore e dare nuovo sprint alla nostra esistenza?

La tesi degli autori trae lo spunto dalla loro diretta esperienza clinica, dalla casistica nata con il successo del libro DietaGIFT, la dieta che non conta le calorie, e dagli studi più recenti in tema di alimentazione mondo scientifico sta verificando che la maggior parte dei processi mentali – pensieri, emozioni, depressione, rabbia – ha alla base una particolare caratteristica biochimica e che su ognuna di queste caratteristiche può interferire ciò che mangiamo ogni giorno.